Una città tra terra e mare

L’incanto del mare e l’operosità della terra conquistano il visitatore affascinato da una cittadina vivace, annoverata tra le città pugliesi più floride, grazie alle sue attività mercantili, al commercio e al turismo.
Il mare da sempre rappresenta una risorsa importante testimoniata dal porto, antico punto di partenza per i crociati diretti in Terra Santa, oggi snodo commerciale di grande rilevanza e fascino.

Perdersi nei vicoli del centro storico è per il visitatore il modo migliore per cogliere l’anima segreta della città: da una parte l’azzurro del mare, nella zona intorno alla Cattedrale, dall’altra, nella zona cosiddetta “vecchia”, tradizionalmente abitata dai contadini, la celebrazione della terra e i suoi prodotti.

Imperdibile una passeggiata nelle strade del borgo antico, come Via Duomo e via Ettore Fieramosca, per ammirare i bei palazzi storici e fermarsi in uno dei tanti locali della movida.

Passeggiando nella zona mercantile, ricca di botteghe, locande e ristoranti è possibile gustare prelibatezze enogastronomiche locali: prodotti di mare e di terra convivono in menù ricchi di vecchi e nuovi sapori tutti da scoprire.

barletta_02Disfida ma non solo: cenni storici e grande vocazione artistica.

Barletta ha origini antichissime.
Le prime testimonianze storiche risalgono all’epoca classica (IV – III sec. a.C.).

Di epoca medioevale è invece il suo nucleo urbano, sviluppatosi in epoca normanna.
Diverse sono le dominazioni che si sono succedute: dai Normanni agli Svevi, dagli Angioini agli Aragonesi agli Spagnoli.

Il nome di Barletta è legato all’epica Disfida che nel 1503 vide contrapposti italiani e francesi e che ogni anno è oggetto di una suggestiva rievocazione in costume molto sentita.

Anche la storia contemporanea ha lasciato tracce indelebili come testimoniano le onorificenze al Merito Civile (1998) – per l’orgogliosa resistenza al nazismo – e al Valor Militare (2004).

barletta_01Barletta, riconosciuta come città d’arte dalla Regione Puglia nel 2005 per le sue bellezze architettoniche, vanta splendidi palazzi signorili, chiese medievali, un Castello Svevo tra i più belli di Puglia, il teatro Curci e il sontuoso Palazzo Della Marra, custode delle opere di Giuseppe De Nittis, pittore impressionista conosciuto in tutto il mondo.

La tipica accoglienza e il fascino pugliese, accompagnati da una pregevole presenza architettonica, fanno di Barletta una città con una forte vocazione turistica in cui passeggiare equivale a compiere un vero e proprio viaggio nella storia, nell’arte, nella cultura e nelle tradizioni pugliesi più autentiche.

 


In collaborazione con la redazione di Itinerapuglia.com